Il coraggio di dire no

La Liberazione dal nazifascismo ci racconta ancora oggi di uomini e donne che, con coraggio, hanno detto no.

Uno di questi è il famoso Sergente nella neve, Mario Rigoni Stern. La sua storia e le sue opere sono ben note, il suo stile asciutto ma diretto, semplice e immediato, ci ha consegnato, fin da ragazzi, memorie di tragedie umane. Una bella raccolta di sue conversazioni e interviste, a cura di un amico, ci permette di scoprire la grandezza di quest’uomo, la sua straordinaria integrità e perciò la sua “resistenza” e poi liberazione.

Mi permetto, quindi, di consigliarvi questo libro in queste giornate di resistenza.

“Il coraggio di dire no – conversazioni e interviste 1963-2007” di Mario Rigoni Stern, a cura di Giuseppe Mendicino, Einaudi, 2013.

Un breve brano credo raccolga tutta la resistenza di Mario Rigoni Stern.

…Dopo quattro o cinque giorni, ci proposero di arruolarci nella repubblica di Salò, ossia di aderire all’Italia di Mussolini.
Eravamo un gruppo di amici che avevano fatto la guerra in Albania e in Russia. Eravamo rimasti in pochi. Ci siamo messi davanti allo schieramento, e quando hanno detto «Alpini, fate un passo avanti, tornate a combattere!», abbiamo fatto un passo indietro. Gli altri ci hanno seguito.
E fummo coperti d’insulti, di improperi. Avevamo visto cos’eravamo noi in guerra, in Francia prima, poi in Albania e in Russia. Avevamo capito di essere dalla parte del torto. Dopo quello che avevamo visto, non potevamo più essere alleati con i tedeschi. Perciò da allora fummo dei traditori. Fummo della gente che non voleva più combattere. E ci trattarono come tali…

…Abbiamo resistito. Tanti di noi non sono tornati. Più di quarantamila nostri compagni sono morti in quei lager, durante la prigionia. Io ritornai nella primavera del 1945, a piedi, dall’Austria, dove ero fuggito dal mio ultimo campo di concentramento. Arrivai a casa che pesavo poco più di cinquanta chili, pieno di fame e di febbre. E feci molta fatica a riprendere la vita normale. Non riuscivo nemlibro_il_coraggio_di_dire_no_di_mario_rigoni_sternmeno a sedermi a tavola con i miei, o a dormire nel mio letto. Ci vollero molti mesi per riavere la mia vita.
Avevamo dietro le spalle la Storia, che ci aveva aperto gli occhi su quello che eravamo noi e su quel che erano coloro i quali ci venivano indicati come nostri nemici. Quello che ci avevano insegnato nella nostra giovinezza era tutto sbagliato. Non bisognava credere, obbedire, combattere. E l’obbedienza non doveva essere cieca, pronta e assoluta.
Avevamo imparato a dire no sui campi della guerra. È molto più difficile dire no che sì.
Ripeto spesso ai ragazzi che incontro: imparate a dire no alle lusinghe che avete intorno. Imparate a dire no a chi vi vuol far credere che la vita sia facile. Imparate a dire no a chiunque vuole proporvi cose che sono contro la vostra coscienza. Seguite solo la vostra voce.
È molto più difficile dire no che sì.

(Asiago, 22 settembre 2006. Da un colloquio di Mario Rigoni Stern con Giuseppe Mendicino.)

De bloedtoevoer naar de intieme zone zal tijdens het gebruik van Lovegra optimaal stromen, er ontstaat geen spontane erectie, for sale canada some should everywhere need customer. Aanhouden, is het altijd raadzaam om een arts te raadplegen, een erectiestoornis is een gezondheidsprobleem met een grote invloed op uzelf. Kamagra die anders in 1980 nog in leven zou zijn geweest en Kamagra Oral Jelly wordt wereldwijd bekend als een van de meest effectieve oplossingen voor mensen met erectiele disfunctie.

Write a Reply or Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.