I Nodi di Hartmann

Secondo alcune teorie la Terra sarebbe attraversata da un reticolato energetico, in cui i punti di intersezione formerebbero veri e propri “nodi” in grado di trarre energia dal nostro corpo.

Questi nodi si chiamano appunto “di Hartmann” in quanto prendono il nome dal loro scopritore, il medico tedesco, Ernst Hartmann.

Questa rete ha linee di varia larghezza, dai 5 ai 21 cm, mentre i nodi hanno una distanza di due metri da nord a sud e due metri e mezzo da est a ovest.

Tutta la terra ne è coperta e questa rete globale si restringe verso i poli e si allarga verso l’equatore.

Questi nodi di Hartmann sarebbero associati alle cosiddette geopatie, ovvero malattie causate allo stazionamento sopra le zone di incrocio della rete. Lo stazionamento prolungato sopra i nodi, o anche solo le linee, toglierebbero energia al nostro corpo (si denota spesso insonnia, dolore alle articolazioni, bruciori di stomaco).

Soluzioni? Arredare la casa affinché i tre luoghi dove si passa il maggior tempo della nostra vita (tavolo, divano, letto) non siano in corrispondenza dei nodi. Altre accortezze potrebbero essere quelle di schermare i punti (detti anche punti cancro) per mezzo di tappetini, sughero e rame intrecciati. Anche il legno è un buon isolante.

I cani percepiscono bene questi nodi e se possono li evitano (infatti se si nota preferiscono stare in luoghi particolari della casa) mentre i gatti adorano essere “solleticati” da questa energia emessa dai nodi.

In genere queste griglie sono più potenti in prossimità di corsi d’acqua e falde acquifere.

Write a Reply or Comment

Your email address will not be published.